Parità di genere: al via la presentazione del Rapporto biennale

Il Rapporto biennale contenente i dati relativi alla parità di genere per il biennio 2022/2023 può essere compilato dal 4 giugno al 15 luglio 2024, secondo le nuove modalità definite dal Ministero del lavoro ed illustrate in una Guida Operativa appositamente predisposta.

Sul portale istituzionale del Ministero, «Servizi Lavoro» è reso, infatti, disponibile il nuovo applicativo informatico realizzato al fine di semplificare la compilazione e la trasmissione del Rapporto sulla situazione del personale maschile e femminile da parte delle imprese (pubbliche e private) che occupano più di 50 dipendenti, ai sensi dell’articolo 46 del Decreto legislativo n. 198/2006.

Il Dicastero ha, inoltre, pubblicato sul proprio sito, il Decreto interministeriale del 3 giugno 2024 recante le modalità per la redazione del Rapporto nel quale, tra l’altro, è precisato che il suddetto limite dimensionale deve intendersi come somma dei lavoratori occupati nelle diverse sedi e unità produttive. Le aziende con sede legale all’estero sono tenute a presentare il Rapporto solo nel caso impieghino in Italia, in una o più sedi, oltre 50 dipendenti. 

Il termine ultimo per la trasmissione del Rapporto relativo al periodo 2022-2023 è il prossimo 15 luglio mentre, per le annualità a venire, è fissato al 30 aprile dell’anno successivo alla scadenza di ciascun biennio. Nel medesimo termine il Rapporto, sempre con modalità telematiche, deve essere inviato alle rappresentanze sindacali aziendali e i dati ivi contenuti sono accessibili anche ai Consiglieri di parità regionali e a quelli delle città metropolitane che possono richiedere informazioni integrative, funzionali ad accertare eventuali condotte discriminatorie. Inoltre, i Consiglieri di parità o le rappresentanze sindacali devono fornire copia del Rapporto a loro disposizione al lavoratore che ne faccia richiesta per proporre un’azione giudiziale. 

Disponibile, infine, una Guida operativa, redatta sempre a cura del Ministero, che agevola l’utente nella compilazione. 

La parità di genere nelle imprese è un importante elemento di crescita sostenibile ed è indicata quale uno dei principî che si inseriscono nel più ampio contesto delle politiche ESG, volte ad un approccio equo e non discriminatorio nel mondo del lavoro. 

Toffoletto De Luca Tamajo è a Vostra disposizione per qualsiasi chiarimento

Per maggiori informazioni: comunicazione@toffolettodeluca.it
Intelligenza artificiale Intelligenza artificiale: pubblicato il Regolamento UE Luglio 12, 2024 - È stato pubblicato in Gazzetta il Regolamento sull’intelligenza artificiale il cui obiettivo è promuovere l’innovazione e al tempo stesso la diffusione di un’intelligenza artificiale antropocentrica che garantisca un elevato livello di protezione della salute, della sicurezza e dei diritti fondamentali. Il provvedimento contiene anche previsioni riguardanti il mondo del lavoro.
Due Diligence Due Diligence: pubblicata la Direttiva Luglio 5, 2024 - Il 5 luglio è stata pubblicata la Direttiva 2024/1760 del 13 giugno 2024 volta a rafforzare il dovere di diligenza delle imprese ai fini della sostenibilità. Scopri di più su toffolettodeluca.it
Gender equality. La strategia UE per la parità di genere Rapporto biennale: nuova proroga Luglio 3, 2024 - Il 3 luglio il Ministero del lavoro, in un avviso pubblicato sul proprio sito, ha reso noto che è stato nuovamente prorogato il termine per la trasmissione del Rapporto biennale 2022-2023.
Il controllo dei dipendenti tramite investigatori privati Il controllo dei dipendenti tramite investigatori privati Giugno 20, 2024 - In questo approfondimento ci occuperemo delle investigazioni “esterne”, focalizzando l’attenzione sui limiti al potere di controllo, sulle condizioni di ricorso alle agenzie investigative e sul rispetto della normativa in materia di privacy.